METAMOSAICO

13e Santa Sofia 3, 2015 - particolare copia

Patrizia Dalla Valle in mostra alla Casina delle Civette. Musei di Villa Torlonia.

Via Nomentana 70, Roma

(fino al 30 aprile 2016)

di Luisa Chiumenti

In uno spazio da per sé colmo di fascino, qual è rappresentato dai prestigiosi e storici ambienti della Casina delle Civette di Villa Torlonia in Roma, la mostra METAMOSAICO dell’artista Patrizia Dalla Valle, curata di Enzo Dall’Ara, esprime chiaramente quanto la classicità e la tradizione di un’arte sempre attuale nel tempo, quale è il mosaico, sappiano infondere negli artisti il desiderio di esprimere la propria creatività, attraverso lo studio e la re-interpretazione. Promossa da Roma Capitale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, la mostra presenta al grande pubblico un notevole corpus di opere scultoreo-musive che evidenziano come il mosaico possa essere un mezzo espressivo di assoluta modernità. Il connubio tra le opere di Patrizia Dalla Valle e gli ambienti riccamente decorati della Casina delle Civette rende infatti il dialogare fra le creazioni a mosaico e le storiche vetrate liberty, un vero e proprio tripudio di cromie, di luci e di effetti fantastici, esaltati, in certe ore del giorno, anche dai reggi del sole che filtrano attraverso le vetrate stesse. Lo studio del mosaico bizantino è stato fondamentale per l’artista, che ne ha ammirato l’abilità delle tecniche e l’armonia di colori e trame. A questo proposito si esprime così il curatore: “Dalla ricerca condotta in ambito ravennate è nato “Interno bizantino”, un progetto che Patrizia Dalla Valle ha oggettivato in mirabile realtà scultoreo-musiva, avvertita come “leitmotiv” fondante del suo notevole iter creativo.

1a Corone, 2009 - rame, ori, vetri - cm 6,5x19x19 copia

L’arte di Patrizia Dalla Valle si basa su “storia e di natura”, evocando “memorie e vissuti” per avvicinarli e fonderli con le istanze emozionali dei tempi legati al nostro mondo attuale. Meditando quindi sulle istanze delle proprie idee e dei progetti, in una forma quasi di “sfida” , l’artista da’ sfogo alla propria personale esigenza creativa. Le opere in mostra rivelano al visitatore i fondamentali progetti realizzati dall’artista che, nel tempo, è giunta ad evidenziare come il mosaico possa essere un medium operativo di assoluta modernità. Il connubio fra le opere musive di Patrizia Dalla Valle e gli splendidi ambienti della Casina delle Civette appare di estrema valenza concettuale. Le mirabili vetrate liberty degli spazi interni dialogano, infatti, in meravigliosa armonia, con le cromie e le luci vivide e auree delle creazioni in mosaico. Si ampliano, quindi, le valenze di due linguaggi artistici che, avvalorati dal calibrato allestimento dell’architetto Marta Severino, pervengono alla concretizzazione di un raro evento artistico-culturale in un percorso emozionale appunto in cui si coglie l’ansia e la profonda partecipazione con cui il suo animo si è addentrato nello studio di quelle grandi realizzazioni musive. Da tutto ciò è scaturita l’ opera: “Tagli dal tempo”, un progetto tripartito in “Tracce”, “Sedimenti”, “Fenditure”, in cui Patrizia Dalla Valle ha “analizzato l’umana esistenza, dinamica e aspra, reclinata e arresa”. Sedimenti di roccia, fenditure di sconquassi tettonici sono i segni dele stratificazioni e dei tagli operati dello scorrere del tempo: evidente traccia dello scorrere del tempo.

186_Croci 2009 - ori,vetri, smalti. 112x120x30 cm copia

 

Ed è ancora la vita, il tracciato lasciato dal tempo, la nascita di nuovi esseri che forse la conducono a realizzare il progetto “Ovuli” : un corpus di opere resinose, a supporto reticolo-metallico, che suggeriscono “uteri” materni punteggiati di tessere auree. Contenitori di vita espansi o lacerati”, creazioni che suggellano il mistero dell’iniziale e sacro percorso vitale. Da qui si evince come la mostra affermi un duplice significato estetico-culturale, verso il quale è proprio il mosaico “la meta cromatica e luministica della ricerca artistica di Patrizia Dalla Valle” . E’ prevista fra breve la pubblicazione di un catalogo da parte di Maretti Editore, con la riproduzione delle opere esposte, nonché le immagini relative alle fasi di allestimento.

Per informazioni:

Tel. 060608 (tutti i giorni ore 9.00 – 21.00)

www.museivillatorlonia.it www.museiincomuneroma.it

www.zetema.it