Valle Isarco Natale tra suggestioni e sport

Vivere le atmosfere dell’Avvento e del Natale insieme ai piaceri della montagna, lontano dalla folla, in mezzo alla natura, in stazioni sciistiche a misura d’uomo, attente all’impatto ambientale, ma con impianti di ultima generazione, e una ricca offerta di attività non solo sci, da alternare al wellness e ad esperienze enogastronomiche di qualità superiore è possibile nei cinque comprensori sciistici della Valle Isarco, che aprono la nuova stagione invernale dal 1 dicembre 2012. Con un totale di 144 km di piste, si tratta delle stazioni sciistiche ‘intelligenti’ – cioè che adottano una politica di razionalizzazione e di sviluppo controllato, mirato alla qualità del servizio: sono la Plose (43 km di piste, la montagna di Bressanone), Maranza-Valles (44 km, balconata naturale su mezzo arco alpino), Racines-Giovo (25 km, vicino a Vipiteno, ben esposta in campo aperto con impianti d’avanguardia), Monte Cavallo (16 km, la montagna di Vipiteno), Ladurns (15 km, in Val di Fleres, vicino a Colle Isarco).

 

In queste valli l’Avvento e il Natale sono momenti magici sia per i famosi Mercatini di Natale di Vipiteno e Bressanone, quelli rigorosamente originali e ufficiali, sia per le tradizioni tirolesi legate a questo periodo dell’anno, che qui sono molto sentite. Quest’anno poi un evento davvero speciale si terrà per la prima volta sulla Plose, la montagna di Bressanone, nota agli appassionati di sci e slittino ma anche agli amanti delle camminate invernali grazie ai sentieri battuti e alle baite accoglienti. Si tratta di una speciale escursione a piedi, sulla neve, a 2000 metri, in un’atmosfera fatata: ‘l’Alta via di Betlemme’. Un percorso guidato con rievocazioni in costume che parte da Valcroce (stazione a monte della cabinovia della Plose) e conduce alla baita Rossalm, lungo un sentiero dal panorama spettacolare, nell’ovattato chiarore del crepuscolo invernale sulla montagna innevata. Durante il tragitto, rischiarato dai falò, le guide, oltre a illustrare il percorso e le montagne vicine (le stupende Odle, patrimonio Unesco, magari già illuminate dalla luna, sono lì!), indicano i punti per le soste, per ascoltare canti natalizi e assistere a suggestive e inaspettate scene di presepi viventi. L’escursione Alta via di Betlemme si svolgerà l’8/12; 9/12; 15/12; 16/12; 22/12 e 23/12/2012, dalle ore 13 alle 17. Con la Brixen Card (card offerta dagli alberghi dove si soggiorna) si partecipa gratuitamente. Prenotazione presso l’Associazione Turistica di Bressanone.

 

Le novità della stagione invernale

Nella ski area Maranza-Valles (con il nome ufficiale di ‘Gitschberg Jochtal’), dopo il collegamento fra le due stazioni inaugurato lo scorso anno grazie a due cabinovie a 8 posti, ci sono due novità: aprono la baita Nesselhütte, presso la stazione a monte della cabinovia Nesselbahn a Maranza, e la baita Gitsch, sull’omonima spettacolare pista che raggiunge la cima del Gitschberg. Quest’ultima diventa la baita più alta dell’area sciistica, a 2210 metri.

In Val di Fleres ha da poco aperto l’hotel Feuerstein (www.hotel-feuerstein.it), specializzato nell’accoglienza delle famiglie, con quattro chalet in legno e pietra, ciascuno con due appartamenti adatti ai bimbi. Il complesso è assai accattivante e grazioso, con tanti accorgimenti per i piccoli ospiti, come il Fienile dei giochi riservato solo a loro, dove possono scatenarsi nel fieno, arrampicarsi e giocare in totale sicurezza. E davanti all’hotel, c’è un grande giardino per passeggiate e giochi sulla neve.

Tornando più a sud, nella fiabesca valle laterale dolomitica di Funes, è stato aperto all’ospitalità il complesso rurale del Maso Mühler, puro stile alpino con tutti i comfort più moderni, come gli appartamenti dotati di sauna agli infrarossi. Infine a Laion, nella zona di Chiusa e dintorni, ha aperto da poco con una nuova gestione, l’agriturismo classificato ‘tre fiori’ Proderhof (www.proderhof.it), che si caratterizza per la speciale cura e l’attenzione per gli ospiti a partire dalla prima colazione con latte, marmellata, uova e speck di produzione propria.

Saperne di più: nei Mercatini originali

Per immergersi completamente nell’atmosfera natalizia, niente di meglio poi che ricorrere a un classico: i Mercatini di Natale, quelli originali dell’Alto Adige i più belli e tradizionali, di Vipiteno e Bressanone, imitati in varie parti d’Italia. Una vacanza sulla neve durante l’Avvento in Valle Isarco, terra da sempre punto di passaggio e di scambio tra la cultura nordica e quella mediterranea, dove la vocazione all’ospitalità ha radici plurisecolari, permette di abbinare lo sci (144 km di piste nelle aree di Bressanone-Plose, Maranza-Valles, Racines-Giovo, Vipiteno-Monte Cavallo e Ladurns-Colle Isarco) alla scoperta di deliziose cittadine storiche affollate di negozi e caffè, ravvivate dalle bancarelle piene di manufatti artigianali.

A Bressanone, il Mercatino di Natale si svolge in piazza Duomo, dal 30 novembre al 6 gennaio 2013 (feriali dalle 10.00 alle 19.30, festivi dalle 9.30 alle 19.00, chiuso 25 dicembre e 1 gennaio). Oltre 30 stand

offrono un vasto assortimento di articoli artigianali tipicamente natalizi: vin brulé, grappe alle erbe, dolci tipici come lo Zelten e lo Stollen e i

biscottini per decorare l’albero di Natale (Lebkuchen, di pan pepato e qualche noce dorata), tè e caffè, oli essenziali, candele, unguenti, sculture in legno, terrecotte, campanelle natalizie, palline decorate, ceramiche, ricami, pantofole tirolesi, personaggi di stoffa come clown e streghette, angioletti in ceramica, fiori, alberi di Natale, decorazioni natalizie, corone d’Avvento (Adventskranz: rami di pino con 4 candele, che indicano le domeniche fino al Natale) e calendari d’avvento, minerali… Davvero di tutto! Arricchiscono il Mercatino concerti, visite guidate del Duomo e del Chiostro per ammirare in particolare i motivi natalizi degli affreschi. Da non perdere anche una visita al Palazzo Vescovile  che ospita il Museo dei Presepi. Sono in mostra circa 10.000 pezzi, che formano preziosi presepi panoramici e scenografici. Per i bambini, c’è un programma speciale di giochi e intrattenimento e la giostra a vapore. E ancora gruppi musicali, cori, suonatori di organetto e giro della città in carrozza. Infine, da venerdì a domenica e nei giorni festivi, i panettieri altoatesini mostreranno come si fa il pane secondo le antiche ricette.

A Vipiteno, il Mercatino di Natale è aperto dal 30 novembre 2012 al 6 gennaio 2013, tranne il 25 dicembre, dalle 10.00 alle 19.00. Il centro storico diventa teatro di luci e addobbi con l’imponente Torre delle Dodici (46 metri) simbolo cittadino, nella piazza principale, che fa da sfondo al Mercatino. E tra il profumo di cannella e spezie, legno di montagna e dolcetti ci si può perdere per le vie pedonali dove il ‘gotico nordico’ si alterna con l’italiano-rinascimentale: insegne in ferro battuto, Erker (sporti), cornicioni merlati e portici, giochi di pieno-vuoto, luce-ombra. Inoltre tutto il centro storico si trasforma in un Calendario d’Avvento ‘diffuso’ e ogni giorno, dal 1 al 24 dicembre alle ore 17, angioletti aprono tra musiche natalizie e magiche luci le finestrelle di questo particolare calendario.

Merita una visita anche il Mercatino di Natale medievale di Chiusa, uno dei Borghi più belli d’Italia, dal 29 novembre al 23 dicembre 2012, aperto tutti i weekend dalle ore 10 alle 19. Nel centro storico del paese si ricrea l’atmosfera medievale con personaggi in costume: giocolieri, mangiafuoco, saltimbanchi e musica medievale tra i banchetti di artigiani dove fare acquisti di manufatti in argilla, gioielli, pantofole in feltro, e prelibatezze come speck e dolci natalizi.

 

E a Capodanno…

Per San Silvestro il clou sarà a Bressanone. Appuntamento in piazza Duomo alle 22: musica, stand, spettacoli pirotecnici, e tante sorprese veramente di alto livello, con ospiti e spettacoli. Dopo che nella mattinata i bambini, travestiti da spazzacamino, passeranno per un

‘preaugurio’ di buon anno, gli stand del Mercatino di Natale saranno aperti fin dopo mezzanotte per offrire vin brulé e spuntini. Un bel party è previsto anche a Vipiteno in piazza Città.

Una grande festa di capodanno, questa volta sulla neve, è organizzata dalla scuola di sci Racines, alla stazione valle della cabinovia: discoteca nella neve dalle ore 14, alle 17 show in pista con i maestri di sci e gli artisti-performer sciatori di ‘Vitamin F-Team’, per un assaggio di sci d’antan. Gran finale con fuochi d’artificio.

 

INFO: CONSORZIO TURISTICO VALLE ISARCO

Bastioni Maggiori 26/a – 39042 Bressanone (BZ)

tel. 0472 802 232 – fax 0472 801 315

www.valleisarco.cominfo@valleisarco.com