UNA CAVALCATA LUNGA 30 ANNI

L’1, 2 e 3 giugno 2012 a Castelrotto, Siusi e Fiè(BZ) si celebra il trentennale della mitica Cavalcata di Oswald von Wolkenstein.

La prima edizione risale al 1983. La manifestazione nacque dall’intuizione di Hanspeter Demetz e germogliò grazie all’entusiasmo di Verena Pramstrahler e alla tenacia di Heinz Tschugguel.
Di cosa si tratta? Di uno degli eventi più celebri dell’area vacanze Alpe di Siusi (BZ), giunto alla sua trentesima edizione: la Cavalcata Oswald von Wolkenstein.
Il trentennale verrà celebrato come sempre ai piedi dello Sciliar, da venerdì 1 a domenica 3 giugno 2012 rinnovando quella che è una vera e propria festa di popolo, nella quale confluiscono molti elementi diversi: la storia, l’arte, l’amore per i cavalli e la passione per le sfide. A far da collante il menestrello che dà il nome alle due giornate, la cui storia ha contagiato e contagia amministratori, appassionati e spettatori – almeno 20.000 ogni anno.

Venerdí 1 giugno 2011, l’intero paese di Fié allo Sciliar dará inizio alla festa paesana con la spillatura del fusto di birra. Sabato 2 si prosegue con la grande inaugurazione a Fié allo Sciliar e la Festa Medievale, una sfilata con carrozze, cavalieri e menestrelli che introduce alla giornata clou. Domenica 3 prendono il via i tornei e le prove di abilità. Le squadre si cimenteranno nel passaggio degli anelli, nel galoppo con ostacoli, nel labirinto e nel passaggio fra porte. Dopo la cerimonia, la Cavalcata parte a Castel Trostburg presso Ponte Gardena, passa da Tagusa, giunge a Castelrotto al Kofel, dove si apre il primo torneo, continua a Siusi e poi al Laghetto di Fiè dove si svolgono altri due tornei, per concludersi con l’ultima ma spettacolare gara a Castel Presule. A farla da padroni nel corso della gara sono il rispetto e la cavalleria, nello spirito di un modello di vita in cui la battaglia è anche una forma di cortesia, ma il vero obiettivo è la conquista dello stendardo, che rimane in possesso del vincitore per un anno. Ancora più importanti, però, sono le radici che nutrono la Cavalcata da 30 anni, un ritorno alle origini e alla tradizione, custodita dal nome del bardo quattrocentesco che nacque e visse nelle terre dell’Alpe di Siusi.

Per informazioni:
Alpe di Siusi Marketing
Tel. 0471.709600
info@alpedisiusi.info
www.alpedisiusi.info