La Germania punta sui giovani e sui socialmedia

Il Castello di Heidelberg

Presentata alla stampa romana la nuova strategia della Germania per promuovere il turismo. Il leitmotiv del 2013 verrĂ  focalizzato essenzialmente su due filoni: i giovani e i socialmedia. “Puntiamo soprattutto sui giovani fidelizzandoli per il futuro perchĂ© possano diventare turisti repeater per la nostra destinazione”  ha dichiarato infatti Rijkert Kettelhake, Delegato per l’Italia dell’Ente Nazionale Germanico per il Turismo  “Per dare la possibilitĂ  ai giovani di documentarsi sfruttando uno dei mezzi a loro piĂą congeniali, l’informatica, abbiamo messo a punto l’app “Top 100”, scaricabile su iPod e Android dal sito germany.travel. Un’applicazione interattiva che consente di individuare i 100 luoghi di maggiore interesse per loro con la possibilitĂ  di costruire online un tour personalizzato, magari optando per uno dei temi del 2013 come il bicentenario della nascita di Wagner che prevede numerosi eventi, oppure i duecento anni del primo libro di fiabe scritto dai fratelli Grimm. L’applicazione verrĂ  aggiornata ogni anno, attualmente al primo posto c’è il Castello di Heidelberg seguito  dal Castello di Neuschwanstein in Baviera, il Duomo di Colonia, la Porta di Brandeburgo a Berlino e la Frauenkirche di Dresda. La campagna promozionale Youth Travel – HotSpots in Germany, ha giĂ  funzionato in modo sorprendente con l’app denominata Creative Germany che contiene informazioni su visite a musei, eventi e luoghi di incontro per i giovani, e l’app dedicata ai mercatini di Natale, piĂą di 2.500 in tutta la Germania, che offrono un’ottima occasione per visitare anche localitĂ  trascurate durante l’anno”.

Due tra gli emblemi di Berlino

L’Ente Germanico per il Turismo, sempre per mantenersi in linea con i tempi, ha recentemente creato anche una pagina Facebook, che ha già dato ottimi riscontri, e un “braccialetto” che verrà distribuito agli oltre 40 tour operator italiani specializzati sulla Germania, che consente di usufruire automaticamente di sconti ed agevolazioni per mezzi di trasporto pubblico, musei e molti luoghi d’interesse turistico. Soprattutto nelle zone più richieste dagli italiani (che considerano la Germania terza meta di vacanza dopo Francia e Spagna), come la Baviera, Berlino e sempre di più la regione della Foresta Nera, con il Baden Wurttemberg. “Nel 2012

l’Italia ha costituito una fonte preziosa per il nostro mercato turistico con 22,2 milioni di viaggi” conferma  Kettelhake “ Le richieste più frequenti spaziano dalle città d’arte alle metropoli, dalla vacanza in montagna a quella sportiva, alle occasioni speciali come l’OktoberFest, che quest’anno ha attirato in Germania più di 250.000 italiani. In definitiva, oggi gli italiani vedono il nostro Paese come destinazione leisure, a differenza del passato quando veniva spesso considerato una meta per business travel”.

La Cattedrale di Friburgo, opera magistrale dell’architettura gotica

Un flusso degli italiani verso la Germania agevolato anche dagli operativi di Airberlin, con quattordici scali nel nostro Paese, che oggi è considerata la sesta compagnia aerea d’Europa. “Riguardo al traffico, in questo momento abbiamo superato l’Alitalia avendo contato 35 mln di passeggeri solo nel 2011” ha dichiarato durante la presentazione della Germania a Roma Susanna Sciacovelli, area manager Souther Europe Italia, Grecia, Turchia e Israele “ Airberlin non è una low cost, ma una low fare e propone tre opzioni di tariffe: la just fly, fly classic e fly flex. Berlino resta la nostra destinazione principale, ma operiamo per promuovere sempre di piĂą il traffico anche su Dusseldorf e Amburgo”.

www.germany.travel