IL VOLTO DEL GALLE FACE HOTEL DI COLOMBO

 

The grande dame of Colombo faces Galle Face Green to the north and the sea to the west. The sweeping staircases and trademark checked-tile floors  This iconic and colonial-style hotel was built in 1864 - Lonely Planet

 

RATHNAYAKA MUDIYANSELAGE PUNCHI BANDA. 50 ANNI DI FEDELTÀ E PASSIONE

Testo Pamela McCourt Francescone

Foto ©Martin Sasse/laif

 

FOTO 2 copia

“Il mio più grande desiderio è che tutti siano felici,” sorride Rathnayaka Mudiyanselage Punchi Banda, portiere del Galle Face Hotel, il quale quest’anno festeggia 50 anni alle dipendenza del grande hotel storico dello Sri Lanka. “Amo chiacchierare con la gente, e sorridere è una parte molto importante del mio lavoro. Sorridere mi rende felice, e rende felice anche gli altri”.

“Il Sig Banda è molto più di un portiere, è la faccia della nostra proprietà,” spiega Sanjeev Gardiner, presidente Galle Face Hotel. “E’ la prima persona che i nostri ospiti incontrano quando arrivano e molto spesso è l’ultima che salutano prima di andare via. Lui incarna tutta la grazia e tutto il fascino del nostro albergo.”

Meeting Rooms, Galle Face Hotel, Colombo, Sri Lanka

 

Rathnayaka Banda era poco più di adolescente quando entrò al Galle Face,   lavorando prima come facchino nel bar per poi passare, in meno di dieci anni, alla sicurezza e poi al posto di portiere che detiene da oltre 40 anni. Anni durante i quali ha incontrato alcuni dei personaggi più famosi dei nostri tempi. “Quelli che ricordo con particolare simpatia sono Fidel Castro, Indira Gandhi e il Maresciallo Tito. Ho apprezzato la loro semplicità e come, in modo sincero e garbato, hanno chiacchierato con me”.

Fondamentale nella vita professionale di Banda è stato Kottarappu Chattu Kuttan, il portiere più conosciuto dello Sri Lanka che ha lavorato al Galle Face per 72 anni ed era uno dei dipendenti alberghieri più anziani al mondo quando, nel 2014, morì all’età di 94 anni. “Da Chattu Kuttan ho imparato quanto sia importante l’amore per il proprio lavoro, l’ubbidienza e il rispetto per il prossimo. E, come lui, amo appassionatamente il mio lavoro”.

The grande dame of Colombo faces Galle Face Green to the north and the sea to the west. The sweeping staircases and trademark checked-tile floors  This iconic and colonial-style hotel was built in 1864 - Lonely Planet

“L’età non è un ostacolo se nel cuore hai quella passione che invoglia la gente a ritornare. Ed è questo, insieme al suo sorriso sincero e genuino e alla sua lealtà verso il Galle Face, che il Sig. Banda ha saputo trasmettere ai nostri portieri più giovani”, dice Sanjeev Gardiner. “Essere un bravo portiere vuol dire saper mettere l’ospite subito al proprio agio e conoscere nel minimo dettaglio l’albergo e la destinazione perché è al portiere che i clienti si rivolgono con le loro domande e curiosità. Poi un buon portiere deve essere anche un’enciclopedia e una guida turistica, e sempre pronto a dare quel tocco in più, che può essere semplicemente comprare una carta telefonica per il cliente o accompagnarlo con l’ombrello fino alla fermata più vicina quando piove. Con la sua modestia e la sua passione il Sig. Banda è tutto questo”.

Sri Lanka, Colombo, Galle Face Hotel, Kolonialhotel, Pförtner im weißen Sarong, Engl.: colonial hotel, doorman in white sarong

 

GALLE FACE HOTEL

2 Galle Road, Colombo 3, Sri Lanka

Tel: +(94) 11 254 1010 / Fax: +(94) 11 254 1072

information@gallefacehotel.net

 www.gallefacehotel.com

www.balconymediagroup.com