CAPODANNO ALLA GRANDE IN SLOVENIA

lub03m Tre Ponti e chiesa Annunc. copia

Siete per caso alla ricerca di un capodanno memorabile, elegante e romantico al tempo stesso, di quelli che si ricordano poi per tutta la vita, ma senza per questo dovervi svenare e andare in rosso in banca ? La Slovenia, appena a due passi dall’Italia, può costituire la soluzione ideale, in quanto ampiamente ricca di location di gran pregio con un ottimo rapporto qualità/prezzo. Si tratta di una destinazione contenuta (più piccola della Lombardia), con ottime strade e dove si arriva in autostrada (da Trieste e da Tarvisio), piena di acque e di verde (definito il cuore verde d’Europa per i suoi boschi, dove vivono ancora lupi e orsi), tranquilla ed efficiente (tutti parlano 2-3 lingue, italiano compreso) e, soprattutto, estremamente varia. Si passa infatti dalle elevate vette alpine al confine con Austria ed Italia, fino all’elegante riviera balneare adriatica, dai laghi glaciali alle pulite e ordinate città storiche – sempre a misura d’uomo e sicuramente più asburgiche che balcaniche – fino alle brulle pietraie del Carso – condiviso con l’Italia – con i suoi irruenti fiumi sotterranei e le mille grotte adorne d’alabastro. Senza tralasciare la maggior densità di casinò e di impianti termali di tutto il vecchio continente, e una gustosa cucina mitteleuropea a base di pesce, maiale, selvaggina e funghi, perché gli sloveni amano divertirsi in buona compagnia con le gambe sotto la tavola e prendersi cura del proprio corpo. Ecco quindi alcune proposte per un fine anno all’insegna del relax, del divertimento e della tradizione, in località di estremo fascino e in strutture decisamente eleganti e confortevoli, ma con un occhio di riguardo per il portafogli.

bled10vm isola neve copia

Si può cominciare dal romantico lago di Bled, tra le Alpi Giulie e le Karavanke ad appena 39 km da Tarvisio, elegante stazione climatica della nobiltà asburgica fin dal 1850, con lago e alberghi alimentati da sorgenti termali calde ad appena 20 km dalle piste di sci di Kranjska Gora, il maggior comprensorio sciistico sloveno. In inverno il lago ghiaccia e vi si può pattinare. Due notti con mezza pensione in un tranquillo 4 stelle superiore sul lago, vicino a casinò, night club e stadio del ghiaccio, dotato di solarium, palestra, sauna e piscina, costano da 292 euro in doppia, compresi cenone e veglione, quattro notti in un 3 stelle con centro fitness e piano bar costa invece da 336 euro. Situata al centro del paese, la capitale Lubiana si presenta come una bella cittadina mitteleuropea, piena di chiese gotiche e di palazzi liberty, tagliata in due dal fiume Ljubljanica. In questa piccola ma vivace capitale si respira cultura e buon gusto in ogni angolo, con cartelloni di manifestazioni da fare invidia a metropoli ben più importanti, nonché negozi assai raffinati. Fino al 3 gennaio le sponde del fiume e le piazze centrali sono occupate dai mercatini dell’Avvento, con prodotti artigianali, specialità gastronomiche e concerti natalizi. Due notti in un distinto 5 stelle nel centro storico, il migliore della capitale, dotato di beauty e fitness center e casinò elettronico, costano da appena 134 euro in doppia, quattro notti da 255 euro. Una suggestiva isoletta su un fiume da cartolina, a metà strada tra Lubiana e Zagabria e a 158 km da Trieste, ospita il più romantico e meglio conservato castello della Slovenia, quello di Otocec, medievale del 1250 con rifacimenti rinascimentali cinquecenteschi, uno dei pochi esclusivi Relais & Chateaux sloveni.

otoc16m esterno copia

Se volete regalarvi un Capodanno in buona compagnia da ricordare nel tempo, questo rappresenta l’indirizzo giusto: soltanto 12 sontuose camere e 4 suites cariche di storie (e di leggende), con sale da banchetti degne di un castellano dove si possono gustare piatti prelibati di selvaggina, accompagnati da migliori vini e serviti in costumi d’epoca. Nelle immediate vicinanze sorge un centro sportivo e termale con saune, piscine e centro fitness, ma si può usufruire pure dei non lontani complessi termali di Smarjeske e Dolenjske Toplice, nonché di svagarsi con tennis, golf, maneggio, mongolfiera e pesca, oppure effettuare escursioni culturali. E per un giro di calendario in questo maniero da favola non dovrete neppure fare un mutuo: per due notti si spendono in doppia 372 euro, per tre 485, compresi cena e veglione. Se invece l’imperativo fosse quello di risparmiare al massimo, dovete allungare il percorso fino a Zagabria (230 km da Trieste), capitale della confinante Croazia, intrigante combinazione tra Europa centrale e orientale dove la mitteleuropa incontra i Balcani, con la sobria architettura austro-ungarica del centro storico, le ricche boutique, i caffè bohémien, i cocktail bar e i ristoranti che animano le strade medievali e la vivace vita notturna. Qui due pernottamenti in doppia, in un confortevole 4 stelle superiore ubicato in un edificio storico centrale, con casinò e jazz club, costano infatti appena da 110 euro.

4.1.1

4.1.1

Se cercate il caldo, o quanto meno una temperatura non polare e più gradevole, puntate invece verso la breve costa adriatica slovena: potete fare base nell’ospitale Portorose, ad appena 25 km da Trieste, usufruendo dei suoi molteplici negozi e servizi (casinò, grande centro termale con acqua marina, area naturalistica e porto) e visitare quei gioielli storici e architettonici che rispondono al nome di Pirano, Isola e Capodistria. Per tre notti con mezza pensione in un panoramico 4 stelle ad 1 km dal centro, dotato di acqua park, welmess e casinò, si spendono da 360 euro in doppia, 440 per quattro. Sulla strada del ritorno – o anche dell’andata – sosta obbligata a Postumia (47 km da Trieste) perché nel periodo di Natale e Capodanno la grotta turistica più famosa d’Europa, visitabile con apposito trenino, ospita da vent’anni sottoterra un suggestivo presepe vivente, con musiche, cori natalizi e scene bibliche tra stalattiti e stalagmiti, mentre nel piazzale esterno attende un mercatino artigianale con specialità gastronomiche locali.

Le offerte sono opera dell’’operatore vigevanese “Il Piccolo Tiglio” (tel. 0381. 72 098, www.ilpiccolotiglio.com), da 35 anni specialista sulla Slovenia e sulle altre nazioni dell’ex Iugoslavia con ben dodici diversi cataloghi, e possono essere prenotate presso le migliori agenzie di viaggi. Informazioni anche via e-mail ad info@ilpiccolotiglio.com. In caso di gruppi familiari o di amici da dieci persone in su, una è gratis. Il tiglio è l’albero nazionale della Slovenia, sotto le cui fronde si riunivano in passato gli sloveni in assemblea