Presentato l’Osservatorio Turistico del Comune di Pomezia

statue1

di Luisa Chiumenti

Il  Comune di Pomezia ha presentato alla stampa e all’opinione pubblica, l’Osservatorio Turistico della città, con una interessante conferenza tenuta dal Sindaco e dal dottor Stefano Landi, Presidente della SL&A, presso la Consiliare del Comune. Se “Esporre per comunicare”: se questo è lo slogan che ha guidato la realizzazione del Museo interattivo dell’antica Lavinium, inaugurato nel 2005 a Pratica di Mare, una frazione di Pomezia, potrebbe essere il medesimo principio alla base di un programma di sviluppo turistico del territorio di Pomezia, basato principalmente appunto su un’idea vincente, quella in certo modo, di “esporre”, ossia valorizzare ed estendere la conoscenza di tutte quelle che sono attualmente le eccellenze del territorio e che possono diventare “attrattori turistici”.

31

Molte le tradizioni produttive e gastronomiche locali e ben nota la presenza la presenza del parco Zoomarine e di più di otto chilometri di litorale con i complessi balneari di Torvajanica, punteggiata da stabilimenti, ristoranti e pubblici esercizi, agenzie immobiliari e di viaggio con circa 2500 posti letti in esercizi alberghieri, che fanno di Pomezia una destinazione pronta ad affermarsi sul mercato turistico nazionale e internazionale. Ma il territorio del Comune,   oltre a racchiudere realtà imprenditoriali di grande rilevanza, include siti archeologici di estremo interesse, con vestigia in parte già messe in luce ed ancora oggi soggette a campagne di scavo da parte della Soprintendenza archeologica, che andranno ad aggiungersi alla raccolta dei numerosissimi reperti ospitati, in un ottimo allestimento, all’interno del Museo Archeologico Lavinium.

salanavigazione

Ed ecco quindi nascere l’Osservatorio, per approfondire tutte queste potenzialità del territorio in modo da rintracciare le possibili vie di potenziamento, ampliamento e soprattutto “comunicazione” di un tale patrimonio storico, culturale, paesaggistico oltre che balneare e ricettivo. Già nel mese di gennaio 2017 saranno disponibili i primi approfondimenti, ma fin d’ora l’osservatorio è aperto a contributi anche dall’esterno, attraverso possibili contatti da prendere con la mail: osservatorioturisticopomezia@gmail.com.

Tre i punti fondamentali su cui si incentra lo studio dell’osservatorio: dalla “Analisi dell’offerta” (che rappresenta la prima base quantitativa di riferimento, anche per le previsioni future, con una attenta fotografia dell’offerta e una serie di incontri con gli operatori), alla “Analisi della domanda” (con una indagine sui turisti pernottanti, indagine sugli escursionisti e sulla domanda organizzata e potenziale) e infine sulla “immagine marca” (con una analisi della notorietà e l’identità percepita e dei principali portali in rete).

minerva

E’ stato quindi messo in evidenza quanto potrebbe essere elevato il livello della attrazione turistica del territorio di Pomezia, anche a livello internazionale, sottolineando il lavoro che da tempo è portato avanti intorno al Progetto “La costa di Enea” che ha posto fortemente l’attenzione di storici e studiosi sui siti archeologici presenti nel territorio. Inoltre si sta elaborando la redazione del uovo Piano Regolatore Generale, che punta l’attenzione proprio sull’immagine della città e del suo territorio, proprio da tutti questi filoni d’interesse, non ultimo un approfondimento sulla architettura caratteristica di una città “di fondazione”, che ancora oggi è oggetto di studio da parte di architetti e urbanisti provenienti da ogni parte d’Europa, ma anche da Giappone, Cina e Strati Uniti.

minervapalladio

E ritornando al Museo, allestito con principi interattivi di alto livello scientifico, ma accessibili a tutti, possiamo vedere le “radici” del territorio attraverso filmati e ricostruzioni animate di alcuni scorci della vita degli antichi padri, di cui è da sottolineare la grande efficacia resa dalla unione che è stata realizzata fra testi e immagini, reperti e filmati-ricostruzioni (anche in 3D) accompagnate da suggestive colonne sonore.

 

Per informazioni:

SL&A – Turismo e territorio

via Iside 10 – 00184 Roma

Tel. 064741245