La “Tavola Doria”

Testo   di  Luisa Chiumenti

Al Quirinale in mostra il  dipinto del XVI secolo, noto come  la “Tavola Doria”

E’ stata inaugurata recentemente a Roma,  dal  Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, presso il Palazzo del Quirinale, nella Sala della Rampa (accanto alla Sala delle Bandiere),  la mostra dedicata al dipinto del XVI secolo noto come “Tavola Doria”, rientrato in Italia a seguito di un accordo di cooperazione internazionale tra il Tokyo Fuji Art Museum e il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, intervenuto a seguito dell’individuazione, dopo 70 anni, da parte del Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale del luogo dove l’opera era custodita.

La tavola, che era stata  vincolata con decreto della Reale della Soprintendenza alle Gallerie di Napoli dell’8 novembre 1939, a firma di Bruno Molajoli,  rappresenta un momento della “Battaglia di Anghiari” di Leonardo da Vinci.

L’Atto di Donazione allo Stato Italiano da parte del Tokyo Fuji Art Museum ha concluso un lungo e delicato processo  di trattative e accordi condotto da molteplici soggetti, ma in particolare dalla forte e continuativa attività svolta dall’Arma dei Carabinieri, attraverso il Comando specializzato nel recupero di opere d’Arte illegalmente trafugate, coadiuvata dai  magistrati e funzionari  del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

E in effetti l’attuale mostra, come ha sottolineato Leonardo Gallitelli, Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, si presenta come “un momento celebrativo dell’importante restituzione al patrimonio culturale italiano della “Tvola Doria” (nota anche con il nome di “Gruppo di cavalli”), “rappresenta un’ulteriore e concreta testimonianza della professionalità e dell’impegno di questo speciale Reparto.

E inoltre il ministro per i Beni e le Attività Culturali, Lorenzo Ornaghi  ha sottolineato come “il recupero del dipinto consentirà ora all’Opificio delle Pietre Dure di Firenze, centro di eccellenza a livello mondiale, di svolgere nei prossimi mesi le  più accurate analisi  per l’approfondita e rigorosa conoscenza dell’opera”.

Organizzata da Comunicare Organizzando di Alessandro Nicosia, con la collaborazione di Provincia di Roma, GSE Servizi Energetici Reggiani SpA Illuminazione , la mostra si avvale di un prezioso Catalogo, edito da Gangemi.

(fino al 13 gennaio 2013).

 

Per informazioni:

www.quirinale.it