La Georgia festeggia 25 anni d’indipendenza con un concerto a Roma

FullSizeRender-1 copia

Testo di Pamela McCourt Francesone

L’ambasciatore della Georgia in Italia, Sua Eccellenza Karlo Sikharulidze, ha scelto la musica lirica per celebrare i 25 anni dell’indipendenza del Paese con un serata che si è tenuta nel “Salone dei Cento Giorni” di Giorgio Vasari nello storico Palazzo della Cancelleria a Roma.

vasari_salacentogiorni copia

Una serata di intensa atmosfera in cui la mezzosoprano georgiana Ketevan Kemoklidze si è esibita, accompagnata al pianoforte dalla bravissima pianista Eka Metreveli. Sono stati interpretati alcuni dei grandi classici della musica lirica georgiana firmati dai più importanti compositori quali Dimitri Arakishvili Otar Taktakishvili e Revaz Laghidze senza aver trascurato di rendere omaggio ai padri della lirica italiana con alcune delle più famose arie di Gioacchino Rossini, Giuseppe Verdi e Francesco Cilea.

FullSizeRender-3 copia

Fortissimi i legami tra la musica giorgiana e quella europea, avendo quella georgiana avuto inizio grazie agli influssi europei dalla seconda metà del XIX secolo. E sin dai primi anni della sua fondazione nel 1851 il Teatro dell’Opera di Tbilisi ha messo in scena opere, balletti, operette e concerti di musica sinfonica italiana, tedesca, francese e russa.

FullSizeRender copia

La serata ha permesso agli ospiti di ammirare alcune opere di pittura sacra moderna georgiana nella mostra, curata da Ago Baratashvili, di 22 icone. Opere che si basano su antiche tradizioni e la cui specificià rivela i caratteri tipici delle icone georgiane. La serata si è conclusa con una degustazione di prodotti tipici della ricca cucina georgiana, accompagnati dai rinomati vini locali riconosciuti dall’UNESCO come patrimonio intangibile dell’umanità.