“Estate in Blu” nel Museo del Mare e della Navigazione Antica di Santa Severa (Santa Marinella).

 

Scorcio nitturno del castello2016-06-15 13.39.48 copia

di Luisa Chiumenti

Nuove attività, nuovi servizi, nuove esperienze in una fruizione più consapevole dei beni culturali allargata da Santa Severa al Comune di Santa Marinella, sono state presentate da Coopculture nell’ambito di un incontro a S.Severa, presso il rinnovato Museo del Mare e della Navigazione Antica. Come ha sottolineato la Direttrice Generale di Coop culture, Letizia Casuccio , la straordinaria bellezza dei luoghi, ha condotto alla decisione di occuparsene a fondo per mettere in pratica la valorizzazione del territorio, mirata in particolare al recupero di una struttura non utilizzata. Non si trattava di creare il solito Museo del territorio, ma di creare il primo Museo del Mare, utilizzando il lavoro di un gruppo di professionisti qualificati che hanno lavorato sugli spazi e la loro manutenzione, provvedendo anche al riallestimento del sito internet e alla pubblicazione di una Guida edita da Palombi. Si è trattato di un progetto innovativo avente per tema il mare e che coinvolge tutto il territorio includendo gli scavi di Pyrgi e il castello di Santa Severa.

Arco di accesso al Museo del Mare e aL cast. di S.severa copia

Si è quindi attivata una opportuna sinergia fra Associazioni, Comuni, Soprintendenza e Coopculture tutti miranti a realizzare una “sosta sul mare” di una bellezza straordinaria in un territorio che fino ad ora non ha avuto altro che percorsi veloci tra Roma e il Porto di Civitavecchia i percorsi paralleli dati dall’autostrada, la Ferrovia e l’Aurelia. Il mare dunque al centro dell’iniziativa con una nuova Libreria del mare (aperta anche ad incontri didattici) , davvero unica così specializzata, con circa mille titoli e una vasta scelta di oggettistica dedicata al mare ed una articolazione in tre settori: Mare, Territorio e Ragazzi. Un intero angolo è infatti dedicato ai libri e ai giochi per ragazzi il cui argomento principale è sempre il mare ma è presente anche il tema del castello e la sua storia, i classici della letteratura, saggi sulla storia della navigazione, manuali di sport e anche ricettari di cucina: il tutto legato alla cultura del mare. Nel settore Territorio si possono trovare titoli di interesse locale e la pubblicazione su Santa Severa, appositamente realizzata da Coopculture in collaborazione con il direttore del Museo, l’archeologo Flavio Enei, e con la Fratelli Palombi Editrice.

Una sala del Museo del mare a S.Severa 2016-06-15 13.31.44

Per i prossimi tre mesi sono previsti moltissimi appuntamenti: per guardare le stelle, come gli antichi marinai , per imparare ad orientarsi e per fare incontri di letteratura, musica, cinema , pronti da essere messi “in rete”, con una continua integrazione fra visita al Museo e visita agli scavi di Pyrgi, legate da un filo logico attraverso la storia e l’archeologia. E una cura particolare sarà riservata all’arte contemporanea, attraverso l’Accademia, perché, come ha ricordato Cecilia Casorati, verrà offerta ad un gruppo di studenti-artisti già attivi appena usciti dall’Accademia, l’opportunità di trascorrere un’esperienza lavorativa presso il castello di Santa Severa. Quando l’arte contemporanea si inserisce all’interno di una iniziativa così variegata (Museo, storia, mare e archeologia) essa diviene un linguaggio interpretativo e Santa Marinella è il primo porto dove avviene l’incontro. Il direttore del Museo, Flavio Enei, ha potuto così annunciare che, dopo un periodo di stasi si è messa in moto una fase di sviluppo e comunque dal 1994, anno in cui si era dato l’avvio al Museo, si sono avute ben 230.000 visite, con un salto di qualità che è stato comunicato attraverso servizi internazionali e passaggi in televisione con Piero e Alberto Angela.

Sala del Museo del mare 2016-06-15 13.30.16 copia

Il Museo si basa sul concetto della condivisione della vita antica sul mare, in particolare ad esempio sulla conservazione degli apparati idraulici, ma un altro obiettivo fondamentale è quello della ricerca che ha portato a scoperte importantissime come quella che ha portato a mettere in luce a Pyrgi la chiesa paleocristiana di Santa Severa e inoltre l’importanza degli scavi intorno al castello e a Castrum Novum , la colonia romana di Santa Marinella (attualmente il Sindaco ha la concessione ufficiale di scavo dal Ministero ). Diamo quindi qualche indicazione sul programma di eventi e di attività al Museo del Mare e della NavigazioneAntica,  ubicato nel suggestivo borgo del castello medievale di Santa Severa, che farà da cornice all’estate  di Santa Severa.

Sitratta di suggestioni notturne, visite e percorsi guidati,  aperitivi a tema, incontri e conferenze, letture e racconti, perfomance e spettacoli musicali, cinema all’aperto,  laboratori del gusto e assaggi di prodotti tipici, corsi di yoga, laboratori didattici e creativi, passeggiate e trekking naturalistico per grandi, piccini e giovani di tutte le età!

Per informazioni:

www.santamarinella.rm.gov.it

l.guarnieri@coopculture.it