Cesano. Borgo fortificato sulla Via Francigena

Cesano

Borgo fortificato sulla Via Francigena

Testo di Viviana Tessa

A buon motivo il Consiglio d’Europa ha dichiarato la Via Francigena “Itinerario Culturale Europeo”, come il cammino di Santiago de Compostela in Spagna. E, grazie al lavoro del Comitato Scientifico Internazionale, oggi siamo in grado di ricostruire questo itinerario che fa parte della storia del pellegrinaggio ai Luoghi Santi della religione cristiana. La Via Francigena è proprio la via maestra percorsa nel Medioevo da migliaia di pellegrini in viaggio per Roma ed oggi ha una valenza non solo storica ma anche culturale, alla riscoperta di un territorio poco conosciuto. In particolare, la Via Francigena del Lazio, specie nei tratti intorno alla meta principale Roma, che tuttora viene percorsa come itinerario religioso, può essere vista anche sotto un aspetto turistico più ampio, in considerazione del fatto che si possono prevedere soste in luoghi che vantano monumenti di alto valore storico o architettonico, chiese, castelli e borghi medievali. Un itinerario, quindi, che può e deve essere promosso come meta del mercato turistico culturale del Lazio, anche da pubblicazioni e libri. Cesano – Borgo fortificato sulla Via Francigena, è un libro scritto da storici, architetti ed archeologi,  che aggiunge un’altra identità alle località che si trovano lungo il famoso percorso, nell’area che si estende da Baccano a Isola Farnese attraverso le tracce delle civiltà etrusca, romana e medievale, ancora visibili nell’Agro Veientano. Cesano, un borgo medievale costruito sui resti di un antico insediamento romano, sorge tra i Parchi Regionali di Veio e di Bracciano-Martignano. “Uscendo dalla porta nord-ovest di Veio, in area archeologica Campetti, il pellegrino può calpestare l’incrocio di basolato romano, percorrere il vicolo Formellese (-tagliata- di evidente origine etrusca) fino alla provinciale Formellese. Un tempo si trovava poi a un importante bivio: una strada scendeva dritta al fosso (resti di un antico ponte) verso Vulci, un’altra portava alla via Formellese, già Veientana, con ingresso alla notevole Tomba dei Leoni (sec. VIII a.C.)”. Così descrive nel libro un tratto del collegamento tra Isola Farnese, Veio e Cesano, l’architetto giornalista Luisa Chiumenti. Una ricostruzione del percorso antico della Via Francigena che, insieme a molti altri contenuti nel libro, è finalizzato alla conoscenza, alla valorizzazione e alla custodia di un patrimonio di inestimabile valore storico, religioso e culturale.

 

Cesano

Borgo fortificato sulla Via Francigena

A cura di Adelaide Trezzini e Luisa Chiumenti

Gangemi Editore

www.gangemieditore.it