A Lucca la XXI edizione del Festival Luccautori e il Premio “Racconti nella rete”

lucca.villabottini

(fino all’11 ottobre 2015)

di Luisa Chiumenti

Diretta da Demetrio Brandi, la XXI edizione del Festival Luccautori con il Premio “Racconti nella rete” ha richiamato a Lucca, nelle belle sedi della Villa Bottini, la Fondazione Ragghianti e il Palazzo Bernardini, un folto pubblico di appassionati, scrittori e lettori al tempo stesso: é infatti ben chiaro agli studiosi e ai critici che una buona opera di scrittura nasca da una buona, costante e appassionata abitudine alla lettura.

E’ stato infatti su questa base che è nata l’idea che quattordici anni or sono ebbe Demetrio Brandi, presidente del premio Racconti nella rete, di far nascere un Concorso letterario da fare sviluppare “in rete”. E in effetti il Premio ebbe subito una grande rispondenza poiché andò a soddisfare quell’impulso ad esprimere e comunicare ad altri quel mondo che ognuno di noi racchiude in se stesso. Ne è nata così una bella “palestra” di talenti nuovi, di scrittori emergenti che hanno trovato il modo non solo di raccontare il proprio “io” più nascosto, attraverso   esperienze e fantasie, ma anche il desiderio di “confrontarsi” con altri, di dare e ricevere un giudizio sul proprio modo di esprimersi. Fin dall’inizio il Premio ha continuato ad avere un successo e un’adesione sempre più entusiasta, coinvolgendo scrittori esordienti di ogni età e di ogni regione ed ora anche da paesi esteri e la forza dell’iniziativa è proprio racchiusa nei principi fondanti stabiliti dal suo ideatore: la spontaneità e semplicità dello scritto, che ogni autore è consapevole, mettendolo in rete (www.raccontinellarete.it), di porre al vaglio di tutti gli altri concorrenti, che lo possono leggere e commentare e con i quali comunque è possibile avviare un colloquio molto proficuo e stimolante. In tal modo infatti, oltre alla giuria tecnica, che appone il suo giudizio ad ogni racconto per vederne la possibilità di inclusione nella rosa dei 25 vincitori, già l’autore avrà avuto un’idea del livello espressivo e del valore letterario del proprio racconto. Ne scaturisce un interessante lavoro comune , fatto di confronti, affinamenti, esperienze vivissime , da cui scaturiscono nuovi scrittori che spesso trovano anche maggiori possibilità di farsi strada in futuro letterario di successo.

nicola-lagioia

E’ da sottolineare fra l’altro come il premio racconti nella rete si sia arricchito nel tempo di due altre sezioni ( altrettanto seguite e frequentate con entusiasmo): quella dei “Racconti per bambini” e quella per “Racconti per corti” interessante quest’ultima per il fatto di avvicinare gli autori anche al mondo dello spettacolo, attraverso la redazione di una vera e propria sceneggiatura.

Il Festival, con la bella immagine del manifesto realizzata da Sergio Staino, ha aperto i battenti sabato 26 settembre con la presentazione del nuovo libro di Ennio Cavalli “La più bella poesia del libro”, per proseguire sabato 3 ottobre con il convegno “La parola nuda” con Stefano Giraldi, Lido Contemori, Edoardo De Angelis e Maria Cristina Di Giuseppe. Il premio letterario “Racconti nella rete”, ideato da Demetrio Brandi, continua ad avere una partecipazione sempre più intensa e più vasta con un gran numero di autori dall’Italia e dall’estero. I 25 migliori racconti pervenuti, valutati da una giuria di qualità, sono stati pubblicati, come ogni anno , in un’antologia edita da Nottetempo.

manifesto%20luccautori%202015

Nato nel 1994 come una rassegna letteraria, il premio si apre sempre di più a molte altre interessanti iniziative, fatti, storie e persone, sollecitate dalla passione e dalla competenza di Demetrio Brandi, che cerca così di realizzare “un connubio di persone ed incontri che fanno della manifestazione un progetto ogni anno sempre più importante”. Fra le varie iniziative ecco ad esempio una mostra di 25 elaborati, liberamente tratti dai racconti vincitori del premio letterario nella rete 2015, eseguiti dai ragazzi del Liceo Passaglia e allestita a Villa Bottini.

Si ricorda che Il Festival Luccautori, durante il quale si svolgerà la premiazione del premio letterario Racconti nella Rete ha avuto fra l’altro il sostegno del comune di Lucca ed il patrocinio della regione Toscana, provincia di Lucca, comune di Roma, le città del libro, fondazione Mario Tobino, Rai.tv e premio Acqui Storia, ha visto succedersi sul palco illustri autori, quali Nicola Lagioia (vincitore dello “Strega” di quest’anno), Luca Sofri, Adrian Bravi, Eraldo Affinati, Ennio Cavalli e altrettanto illustri ospiti quali Katia Ricciarelli.

E mentre il festival si chiuderà, si aprirà la nuova edizione (2016 ) del premio Racconti nella rete, con la possibilità di inviare i racconti in rete, fino al 31 maggio del 2016.

Per informazioni e per seguire non solo il Festival 2015, ma anche tutte le manifestazioni che si svolgeranno durante l’anno accanto alla edizione “Racconti nella rete 2016”, rinviamo al sito:

www.raccontinellarete.it